Proteste a Berlino per la misure restrittive anti-Covid

Adjust Comment Print

I tedeschi scendono in piazza contro le restrizioni adottate dal Governo in linea con lo stato di lockdown che da qualche settimana è calato sul paese.

Migliaia di persone si sono radunate davanti nella zona della porta di Brandeburgo e nelle vicinanze del Bundestag.

La polizia di Berlino ha dovuto usare gli idranti contro la massa di persone scese in strada per protestare contro le misure del governo.

Tafferugli, lancio di oggetti verso gli agenti, cariche e idrati della polizia, sono le immagini andate in scena oggi nel centro di Berlino durante l'ennesima manifestazione di protesta contro le norme anticovid varate dal governo tedesco. La protesta si è spinta fino alla zona del Reichstag.

Leclerc, la delusione via radio: "Sono un co..." - Sportmediaset
Sono ovviamente deluso, molto: ho fatto una grande gara, ma poi ho buttato via tutto all'ultimo giro. Sapevamo che, in queste condizioni, sarebbe stata una gara a chi commetteva meno errori.

Un'altra novità riguarda il risarcimento per la quarantena obbligatoria - precedentemente previsto dalla legge sulla protezione dalle infezioni - che non sarà più applicabile in futuro se le persone interessate sono state recentemente in vacanza in una delle aree definite 'ad alto rischio'. Lo ha affermato una portavoce della polizia, intervenuta più volte con gli idranti per sciogliere il corteo, a causa del mancato rispetto delle regole sul distanziamento e la mascherina.

Un portavoce della polizia ha indicato che gli agenti stanno continuando ad allontanare i dimostranti, tra i quali figurano anche diversi bambini, lentamente e "non in modo militaristico".

"La coesione è quello di cui ha bisogno la nostra società in questa pandemia", ha detto il ministro della Salute Jens Spahn, parlando nel corso del dibattito sulla legge per la protezione della salute.

La Germania è in semi-lockdown dal 2 novembre: aperti asili, scuole e negozi, mentre sono stati chiusi ristoranti, locali, centri sportivi e culturali. Solo nel tardo pomeriggio di mercoledì gli ultimi grandi gruppi sono stati sciolti ed effettivamente costretti ad allontanarsi dalla Porta di Brandeburgo, che si trova a poche centinaia di metri dalla sede del Bundestag.

Comments