Barcellona, Messi si sfoga: "Sono stanco di essere un problema nel club"

Adjust Comment Print

Dopo una estate turbolenta con il club catalano il clima non sembra mutato nonostante la volontà di continuare anche in questa stagione.

Hamilton vince il mondiale: 'Ben oltre i miei sogni'
Lo stesso tedesco infatti ha spiegato al portale web Firstpost che Lewis: "È senza dubbio il migliore della nostra epoca". E questo "quid" si chiama freddezza. "Ecco perché le persone di cui ho parlato mi piacciono e sono state fondamentali".

In silenzio dallo scorso, quando annunciò che aveva deciso (controvoglia) di rimanere un altro anno a Barcellona, Lionel Messi si è sfogato oggi dopo essere sbarcato dal suo aereo privato a Barcellona, dove è rientrato reduce da Lima dove aveva giocato con la nazionale dell'Argentina. A fine stagione, il sei volte Pallone d'Oro si troverà un'altra volta di fronte a un bivio: restare al Barcellona o cambiare aria cercando una nuova avventura. "È imperatore e monarca e non ha gradito il suo arrivo". Ad attenderlo, oltre a un folto gruppo di giornalisti e di tifosi, un agente del Fisco spagnolo, che gli ha imposto di pagare alcune tasse doganali. Il club di Premier League, che si è già interessato a Messi negli scorsi mesi, sembrerebbe intenzionato a riprovarci per gennaio, sperando così di battere la concorrenza e di strappare il fuoriclasse argentino agli Azulgrana. "E oltretutto - ha concluso l'argentino - dopo 15 ore di volo trovo qui uno del fisco che mi ha fatto un accertamento".

Comments