MotoGP, Valentino Rossi: "Grazie Yamaha per la seconda opportunità"

Adjust Comment Print

Valentino Rossi a Portimao con due obiettivi in uno: mettere fine alla lunga scia di brutti risultati e salutare il team Yamaha factory nel migliore dei modi.

Quando un'avventura si chiude è sempre tempo di bilanci, anche il pesarese ha tracciato il suo, rispolverando vecchi ricordi: "ci sono stati tanti bellissimi momenti, la cosa che mi ricordo di più è quando ho parlato con Lin Jarvis e mi hanno detto che mi avrebbero dato un'altra possibilità di tornare nel team ufficiale alla fine del 2012. Ero disperato e se non avessi avuto questa possibilità forse avrei anche smesso". Misano1, anche se mi ha battuto Mir all'ultimo giro, ma 1°-2° in MotoGP e in Moto2 per i piloti dell'Academy. Una stagione che si potrebbe definire fallimentare sotto ogni punto di vista, in particolare per Yamaha che, dopo un avvio sprint, ha dovuto lentamente cedere il passo alle Suzuki, seppur un Franco Morbidelli in forte ascesa. Quando non riusciamo a far lavorare la gomma dietro, la nostra moto diventa molto difficile da guidare e facciamo fatica ad essere competitivi.

"Dal 2016 al 2017 è stato un anno cruciale molto importante: è lì che abbiamo iniziato a soffrire". Fino al 2016 la moto era competitiva e si potevano vincere sia le gare che i campionati. Poi da lì siamo andati peggiorando, ma non so se sia colpa della Yamaha oppure se le altre case abbiano fatto grandi passi avanti.

Dybala in crisi con la Juventus, Zamparini consiglia: "Vai al Real Madrid"
Paulo Dybala ha avuto un inizio di stagione non felicissimo, complici le sue condizioni fisiche e psicologiche non ottimali. Non si sa bene il motivo, ma il numero 10 non sembra più trovarsi bene a Torino , o almeno questa è la sensazione.

A Valencia si è disputato il quattordicesimo round del Motomondiale 2020. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. La Suzuki è una moto molto più semplice, ma hanno lavorato bene, cercando di migliorare i loro punti di forza. "La squadra ufficiale mi mancherà, ma sono grato alla Yamaha".

"Luca poteva avere più punti in campionato ed è un peccato". Non dipenderà solo da lui, ma soprattutto da quello che farà Bastianini. "Anche se non si è fatto particolarmente male, quello ha lasciato degli strascichi".

Che effetto ti fa lasciare il team ufficiale? "Ho ricordo della gara in Malesia, quando lui ha vinto nel 2016 e io secondo".

Comments