Antinfluenzale, la Lombardia: "Distribuite 1,8 milioni di dosi"

Adjust Comment Print

E ricorda: "Per categorie a rischio si intendono sia ad esempio gli insegnanti che i cardiopatici e tutti coloro che hanno patologie importanti".

"A maggio - continua il presidente nel corso di una conferenza stampa indetta per fare il punto sulla questione - l'Assessorato alla Sanità ha sottoscritto un contratto che ci assicurava un numero di dosi capace di garantire l'immunizzazione, considerata ottimale dal ministero della Salute, di oltre il 94 per cento della popolazione a rischio". Soprattutto quest'anno lo consiglio fortemente alle famiglie per quello che sta accadendo in tutto il mondo.

Il direttore generale dell'Asst Santi Paolo e Carlo, Matteo Stocco, ha raccontato che la campagna di somministrazione del vaccino ai bambini presso l'Ospedale di Baggio a Milano si è svolta in collaborazione con l'esercito. Visto che parliamo della salute dei cittadini, pretendiamo che quanto pattuito venga rispettato fino all'ultima dose. "Forse perché sono troppo occupati ad apparire, che ad essere efficienti". "La campagna vaccinale dei bambini all'Ospedale di Baggio e' in collaborazione con l'esercito grazie al colonnello Fabio Zullino".

Ballando | Elisa Isoardi, "Si è riaccesa la luce dentro di me"
Ed è pura la cosa . "Il nostro è un bel percorso che però non è ancora finito, chissà Siamo qualcosa di straordinario insieme". Raimondo Todaro ha confidato che anche lui è reduce da un anno davvero difficile.

Purtroppo al momento sembra che non vi saranno altre consegne di vaccino. Ma anche molti medici di base hanno deciso quest'anno di non aderire all'iniziativa sanitaria a causa (anche) degli spazi ritenuti non sufficienti. La Lombardia è l'unica regione italiana ad avere il vaccino adiuvato quadrivalente, le altre regioni hanno vaccino adiuvato trivalente.

Vaccini antinfluenzali, sono arrivate meno dosi e in ritardo. "C'è poi l'azione civile di risarcimento danni e quella penale, la più immediata, perché ci troviamo di fronte a un reato previsto dall'articolo 355 del codice penale, che punisce gli inadempimenti di contratti di pubbliche forniture". L'importanza invece di non farsi prendere dall'ansia, essendoci ancora ampio margine di tempo per essere vaccinati con efficacia è stata sottolineata da Giovanni Di Perri, infettivologo e responsabile Malattie infettive dell'Amedeo di Savoia di Torino: "Manca più di un mese prima di arrivare al picco influenzale e il vaccino inizia ad avere effetto già dopo 10-15 giorni".

Comments