Lockdown di Natale inevitabile, già dal prossimo weekend? Tutte le ipotesi

Adjust Comment Print

Ad oggi, stando alle indiscrezioni, si sta andando verso delle misure restringenti sotto consiglio dell'Iss (Istituto Superiore della Sanitò) e Cts (Comitato Tecnico Scientifico). È già braccio di ferro tra chi ritiene - anche nel governo - sbagliato far coincidere l'apertura degli edifici scolastici con la campagna di vaccinazione e chi, invece, non vuole sentir parlare di alcun rinvio.

"I due mesi passati con rigore e disciplina - aggiunge Miozzo - hanno contribuito a ridurre la curva, benché la riduzione sia lenta".

A quanto si apprende, il premier Giuseppe Conte si aggiornerà con i capi delegazione delle forze di maggioranza per decidere della nuova stretta alle 12.30.

Juventus, caso Suarez | L’annuncio della rettrice dell’Università
La rettrice è stata sospesa per otto mesi dall'esercizio del pubblico ufficio per l'indagine sull'esame dell'ex Barcellona . A darne notizia è l'agenzia di stampa Ansa: la decisione è stata comunicata direttamente al ministro Gaetano Manfredi .

"Si valuta con molta preoccupazione il riscontro di grandi aggregazioni tra persone osservate in diverse aree del Paese, soprattutto nei centri storici e nelle aree metropolitane, nonché la difficoltà di contenimento/prevenzione delle aggregazioni medesime - si legge nel documento -". Lo ha detto il commissario straordinario all'emergenza coronavirus Domenico Arcuri nel corso della riunione governo-regioni che ha dato il via libera al piano vaccini. "Dobbiamo scongiurare ad ogni costo una terza ondata".

L'Italia torna in lockdown e le misure restrittive che saranno inserite nel prossimo Dpcm sono le stesse che sono valse nelle zone rosse. Come chiesto da Italia Viva si prevede che in caso di "nuove restrizioni, si preveda misure di ristoro proporzionate alle perdite di fatturato" anche per chi ora è aperto. Se fino a qualche giorno fa si pensava di consentire gli spostamenti tra Comuni per andare a trovare parenti e affini, adesso si cambia completamente: sarà vietato uscire di casa, se non per necessità. Il suggerimento degli scienziati è seguire il modello delle zone rosse, ma lasciando ai cittadini maggiori possibilità di spostamento rispetto alla serrata totale della primavera scorsa.

Un'altra ipotesi sarebbe quella, più stringente, di un'Italia tutta colorata di rosso nei giorni festivi e prefestivi, con i soli servizi essenziali aperti. E poi c'è il nodo ristori: la chiusura di negozi, bar e ristoranti porterà i gestori, automaticamente, a chiedere un ulteriore sostegno economico.

Comments