De Laurentiis, Pirlo alleni non commenti sentenze

Adjust Comment Print

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, parlando ai microfoni di Radio Capital a proposito di questo 2020 segnato irrimediabilmente dall'esplosione della pandemia da Covid-19 non ha risparmiato critiche al Governo per la gestione dell'emergenza: "È stato un evento epocale, qualcosa che ci ha posto prepotentemente davanti a tanti perché, uno più di tutti". "C'è una legge dello Stato in una fase di casino come il covid, come si fa ad anteporre la legge dello sport alla legge statale?" Pirlo non fa di mestiere l'avvocato, non conosce certe procedure e non conosce cosa è accaduto a livello di protocolli. Faccia l'allenatore. Ha detto quello che avrebbe detto qualsiasi allenatore per difendere la società per cui lavora. Innanzitutto, l'inadeguatezza dello Stato nel mandato di saper gestire la res publica affidato dai cittadini, su tutti quella della salute pubblica. Non sa che dice, non lo deve capire. Non me la prendo con Pirlo dandogli del pirla. Nessun politico ha capito che sin dagli anni '70 la nostra forza era nel made in Italy, nessun competitor era in grado di gareggiare con il nostro agroalimentare, l'attività mussale, musicale.

De Zerbi: "Occhio alla Sampdoria, sarà una gara molto difficile"
Abbiamo filosofie di calcio differenti: lui punta maggiormente sul possesso-palla, io preferisco la verticalizzazione del gioco. Claudio Ranieri guarda con fiducia e realismo alla partita con il Sassuolo: "Sarà una partita difficilissima".

"Roberto Fico candidato a sindaco di Napoli?". Qui non si trattava di vincere o perdere, ma di ribaltare una decisione sbagliata presa dalla Federcalcio. Lo conosco, è una persona di tutto rispetto e non avrei alcun dubbio.

Comments