Vaccino, ecco il primo furgone che varca il confine italiano al Brennero

Adjust Comment Print

Questa mattina, venerdì 25 dicembre, l'assessore regionale alla Salute della Regione Lazio Alessio D'Amato ha infatti effettuato un sopralluogo nella zona di stoccaggio.

Alcuni mezzi militari partiranno per le destinazioni da raggiungere via terra nel raggio di 300 chilometri, altri si recheranno verso l'aeroporto militare Pratica di Mare dove le restanti dosi verranno imbarcate sugli aerei per altre destinazioni. In ogni vano frigo saranno conservate 10 scatole di vaccino Pfizer di 23 centimetri di lato per 4 di altezza. "I primi vaccini saranno per il nostro personale medico che quotidianamente lavora per salvare vite umane, mettendo a rischio la propria vita" ha commentato così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, la notizia dell'arrivo delle dosi a destinazione.

"La macchina è pronta per l'avvio", ha detto l'assessore durante il sopralluogo presso l'alto biocontenimento dell'Istituto nazionale.

De Laurentiis, Pirlo alleni non commenti sentenze
Qui non si trattava di vincere o perdere, ma di ribaltare una decisione sbagliata presa dalla Federcalcio. Ha detto quello che avrebbe detto qualsiasi allenatore per difendere la società per cui lavora.

Le dosi sono uscite dallo stabilimento Pfizer di Puurs, cittadina delle Fiandre, fino a ieri nota solo per la sua famosa birra Trappe, mentre da oggi centro delle speranze europee legate al nuovo vaccino contro il Covid.

Hanno varcato la frontiera del Brennero le prime dosi di Vaccino Anti-Covid, arrivate in Italia per il V-Day, il giorno in cui in tutta Europa inizierà la vaccinazione. Le fiale saranno conservate a una temperatura di meno settanta gradi e i primi pazienti saranno vaccinati il 27 dicembre, nel cosiddetto Vaccine Day.

Comments