Claudia Alivernini, insultata la prima infermiera vaccinata

Adjust Comment Print

All'ospedale San Bortolo di Vicenza i primi tre vaccinati sono stati iI primario di malattie infettive Vinicio Manfrin, l'infermiera di geriatria (area Covid) Libera Fietta e la coordinatrice dell'area Covid del reparto di medicina Francesca Baldi. Alla presenza dell'assessore regionale alla sanità, Alessio D'Amato, saranno vaccinati Serena Freguglia, Francesca Maggiarra, Irene Fanulli, Tiziana De Filippis e Giulia Restuccia.

Claudia Alivernini sta valutando di denunciare l'accaduto alla polizia postale.

Qualcuno ha avvisato i carabinieri che sono intervenuti identificandola e facendola subito rientrare a casa.

Milan, senti De Paul: "Lascerò l’Udinese, ma al momento giusto"
Si tratta ovviamente di Rodrigo De Paul , identificato dalla società juventina come il nuovo Paulo Dybala . Il club bianconero, però, non si sposta dalla valutazione di 35 milioni di euro per cedere il suo gioiello.

Minacce talmente forti che hanno portato l'infermiera a chiudere il suo profilo. "Chi l'ha costretta a eliminare i suoi social e la sta minacciando dovrebbe vergognarsi", scrive Zingaretti.

"Tutta la nostra solidarietà e il nostro sostegno all'infermiera oggetto di un'aggressione inaccettabile sui social network". Lo sottolineano in una nota il sindacati Fp Cgil nazionale e la Fp Cgil di Roma e Lazio. E, come se non bastasse, non prevede il coinvolgimento dei rappresentanti dei lavoratori e neanche dell'organizzazione sindacale che ha promosso la valutazione, e cioè lo stesso Nursind: tutto ciò è offensivo verso una categoria professionale, quella degli infermieri, che sono stati sempre in prima linea nell'emergenza pandemica e lo sono tuttora, senza avere tutele. "Bisogna che tutti comprendano quanto sia importante riprendere una vita normale, magari riuscire a levarsi questa mascherina fra qualche mese e riuscire a riabbracciare i propri cari". I primi tre vaccinati d'Italia sono la professoressa Maria Rosaria Capobianchi l'infermiera Claudia Alivernini e l'operatore sociosanitario Omar Altobelli.

Comments