Flavio Insinna segnalato ai vertici Rai: scoppia la polemica all’Eredità

Adjust Comment Print

Questa frase, pronunciata da Flavio Insinna nella puntata de L'Eredità di domenica scorsa nel momento del gioco della ghigliottina, ha provocato le reazioni indignate del presidente di Federcaccia, Massimo Buconi.

Questa la lettera integrale firmata dal presidente nazionale Massimo Buconi, pubblicata sul sito ufficiale della Federazione italiana della caccia, nota anche come Federcaccia.

L'Eredità non è stato apprezzato dai cacciatori, che hanno immediatamente deciso di prendere provvedimenti segnalando il conduttore e il contenuto da lui realizzato ai vertici della Rai, affinché possano prendere seri provvedimenti a riguardo.

È scontro tra Flavio Insinna e Federcaccia.

Federer non è ancora pronto, salta gli Australian Open
Qualche giorno fa Roger Federer aveva già parlato della possibile assenza agli Australian Open a causa della sua condizione fisica, ma era anche speranzoso in una sua rapida ripresa.

Egregio Direttore, ancora una volta nel corso della trasmissione televisiva "L'eredità", in onda nella fascia preserale sulla rete da Lei diretta, il conduttore Flavio Insinna si è lasciato andare a commenti discriminatori e offensivi nei confronti dell'attività venatoria e dei suoi praticanti. "Il suo comportamento è reso ancora più grave per essere messo in atto approfittando della propria notorietà attraverso un mezzo, quello televisivo, che gli garantisce ampio seguito e l'assenza totale di un contraddittorio sulle opinioni espresse in merito alla caccia e ai cacciatori, denigratorie di una categoria di cittadini che esercita una attività pienamente legittima, prevista e normata dalle leggi dello Stato". Con Insinna ci sono anche l'Ente nazionale per la protezione degli animali, che ringrazia i conduttore "per avere espresso il pensiero della stragrande maggioranza degli italiani"; e Greenpeace Italia: "La nostra solidarietà a Flavio Insinna, dalla parte del Pianeta e degli animali, e al fianco di tante nostre battaglie, che ha solo ribadito un concetto chiaro: la caccia non è uno sport!".

Sulla vicenda, il senatore della Lega, Francesco Bruzzone, ha preso le parti della Federcaccia:inaccettabile che all'interno di un canale della televisione di Stato venga permesso e tollerato che un proprio dipendente si lasci andare ad affermazioni del tutto discrezionali" e alcuni parlamentari hanno chiesto delucidazioni, ma Rita Dalla Chiesa ha creato l'hashtag #iostoconflavioinsinna che è entrato subito in tendenza su Twitter.

"In più vogliamo concludere facendo notare che siamo perfettamente consapevoli di quelle che sono le regole del mondo dello spettacolo e quanto sia importante l'elemento pubblicitario, per questo motivo sarà nostra cura invitando tutti i nostri iscritti e le loro famiglie a non seguire più questo tipo di trasmissioni" conclude il comunicato. Insinna può contare sulla solidarietà di una serie di organizzazioni.

Comments