Gli anziani britannici rifiutano il vaccino Pfizer: "Aspettiamo quello inglese"

Adjust Comment Print

E sebbene il ministro della Sanità Jens Spahn sostenga che "le cose stanno andando esattamente come era stato pianificato", secondo i medici ci si potrà 'rilassare' solo quando il tasso di incidenza scenderà sotto il livello di 25 nuove infezioni per 100.000 abitanti a settimana. Berlino ha esortato l'Ema ad approvare rapidamente anche il vaccino sviluppato da Oxford e AstraZeneca, seguendo l'esempio di Londra, ma i tempi restano incerti, perché l'agenzia europea del farmaco aspetta altri dati. Un'eventualità che allarma diversi esperti.

Il vaccino Pfizer / BioNTech, su cui fanno affidamento le autorità sanitarie israeliane, non contiene il coronavirus e non può infettare il ricevente. Ieri le vaccinazioni sono state 7800.

La Biontech, intanto, ha lanciato l'allarme: non ce la farà a produrre il vaccino per tutti. Tradotto: qualsiasi tipo di vaccino, indifferentemente. È la seconda tranche delle spedizioni destinate al nostro Paese che in questa prima fase, ha diritto a 3,4 milioni di dosi.

Fausto Gresini ricoverato per covid: migliora, come sta
Per fortuna le sue condizioni sono in miglioramento e si spera di ricevere quanto prima nuove positive notizie sul decorso. Ecco le ultime informazioni, che riportiamo integralmente.

Sono 170.444 le persone a cui finora è stato somministrato il vaccino in Italia, pari al 35,5% rispetto alle dosi ad oggi consegnate.

Israele ha vaccinato più di un milione di persone, il dato più alto al mondo per incidenza, con un tasso di 11,55 dosi somministrate ogni 100 persone. Le linee guida americane dei "Centers for Disease Control and Prevention", infatti, escludono esplicitamente questa possibilità, in quanto "i vaccini non sono intercambiabili". Una volta scongelato, infatti, il vaccino Pfizer (che viene conservato ad una temperatura di 80° sotto lo zero) deve essere utilizzato entro pochi giorni. Al momento, però, non ci sarebbero ancora collegamenti accertati tra la vaccinazione e il decesso.

Comments