Pato, nostalgia Milan: "Tornerei per giocare con Ibrahimovic"

Adjust Comment Print

Pioli è il tecnico giusto per un Milan che farà una strada lunga. Ecco le sue dichiarazioni: "Sento dire che in Italia potrebbero esserci club interessati a me. So quello che posso dare e ho la volontà di farlo".

Al di là dell'amore per il Milan, Pato lascia aperte le porte a un ritorno in Serie A: "Il mio fisico è a posto, sto bene, e la mia testa è diversa rispetto a quando mi avevate conosciuto". Al momento lui è svincolato e potrebbe firmare in qualsiasi momento con un club.

"Sia chiaro una cosa: in Italia non vengo per guadagnare di più, ma per un progetto vincente".

Pirlo: "La Juve in Coppa Italia vuole arrivare fino in fondo"
STRADA MIGLIORE - "Cosa me l'ha fatto capire?" Ballardini sa della difficoltà della gara ma proverà ad approfittare di una Juve concentrata di più sulla rimonta in campionato.

Il brasiliano, oggi svincolato, allo scoperto nell'intervista alla Gazzetta dello Sport: "I rossoneri sono nel mio cuore, sarebbe un sogno tornare". Come vice-Ibra? Direi di sì, non ci sarebbero problemi. Io non arriverei per fare il vice: giocherei, mi basterebbero un paio di partite per convincere il mister (risata, ndr).

Pato ha detto che Ibrahimovic è fonte di ispirazione per ciò che riesce a fare a 39 anni. Lui e il Milan si stanno dando tutto vicendevolmente e Ibra è fondamentale per la crescita del club. Impazzisco anche per Theo Hernandez. Sa gestire Ibra, tutto il gruppo, i rapporti col club.

Pato su Paolo Maldini e Daniele Bonera, suoi ex compagni nel Milan: "L'altro giorno per ridere ho mandato a Paolo una sua foto presa dalla tv". È un rapporto che abbiamo mantenuto e mi fa piacere. Si dice che la Fiorentina potrebbe aver bisogno di un attaccante.

Comments