Juventus, il gioiellino Rafia ha conquistato Pirlo

Adjust Comment Print

Ai bianconeri sono serviti i supplementari ed un gol del giovane Rafia per sbrigare la pratica, e conquistare i quarti di finale della competizione. "Dal gol subito è nata una partita faticosa, peccato perché potevamo gestire meglio le forze" ha detto il tecnico bianconero. "E' a buon punto della crescita, è giovane, ha fatto solo un campionato con i grandi, non è semplice il salto ma sta facendo bene, ha degli alti e bassi e deve avere continuità ma quando sta bene riesce a sfruttare al meglio le sue qualità - conclude - Tutti i giovani hanno fatto una bella partita, Dragusin è un 2002 e ha margini di miglioramento, ci puntiamo e stasera ha dimostrato tutte le sue qualità". "Ora c'è da arrivare pronti alla partita contro l'Inter di domenica sera". Rafia ha fatto il gol decisivo, ma tutti hanno fatto molto bene alla loro prima partita dall'inizio. "Nel campo c'erano tanti ragazzi alla prima esperienza e qualche disattenzione ci può stare". "Questo è stato sicuramente un limite ma ci stiamo lavorando, stiamo migliorando e andiamo avanti nel nostro percorso".

Dalla scelta di indossare anche nell'Under 23 della Juventus il numero 19, come fece in avvio di carriera Benzema, al racconto dell'ammirazione per un giocatore che tra l'altro ha una casa a Lione a pochi metri dalla sua.

Pato, nostalgia Milan: "Tornerei per giocare con Ibrahimovic"
Io non arriverei per fare il vice: giocherei, mi basterebbero un paio di partite per convincere il mister (risata, ndr). Lui e il Milan si stanno dando tutto vicendevolmente e Ibra è fondamentale per la crescita del club.

Infine il mister del Grifone ha raccontato qual è stato il suo approccio nei confronti di uno spogliatoio che appariva demotivato e rassegnato: "Sono arrivato portando le mie idee, la mia personalità e tanto lavoro durante gli allenamenti, adesso iniziano a vedersi i risultati".

Comments