Felipe Melo, nuovo attacco a Chiellini: "pentito di avergli pagato una cena"

Adjust Comment Print

Non sopporto gli irrispettosi, quelli che vogliono essere sempre il contrario degli altri. Lo dissi anche ai dirigenti: "è una mela marcia". L'ex centrocampista di Juventus, Inter e Fiorentina sembra proprio non aver digerito quanto scritto dal difensore bianconero e della nazionale nella sua biografia ("Con lui si rischiava sempre una rissa, era il peggio del peggio") e alla prima occasione utile, un'intervista alla Gazzetta dello Sport, è tornato ad attaccarlo. Nel calcio quello che succede negli spogliatoi rimane lì.

Sladen Ibrahimovic: "Io guido, la squadra mi segue"
Chiuso in casa, aspettavo i sintomi: mal di testa e schiena, gusto perso dopo 4-5 giorni, ogni giorno qualcosa di nuovo. Ora dice che all'epoca non ero forte come oggi, ma se ricordo bene non è che vincesse tutti i confronti con me.

Secondo me i suoi compagni devono aprire gli occhi con lui, perché già in passato ha parlato di un suo compagno di nazionale (Balotelli ndr), quindi lo potrebbe rifare di nuovo. Questa per me si chiama etica, se lui non ha etica, è un problema suo, io ho etica e non mi permetto di parlare male di lui. Però non parlo male di lui, rispetto le sue scelte, io mi allenavo sempre bene. Anzi, faccio il tifo per lui, spero vinca un trofeo internazionale così magari è più felice nella sua carriera. Il tecnico nerazzurro non si discosterà dal suo undici tipo: torna la difesa titolare, a destra Hakimi si riprende il posto con Young che trasloca sulla corsia opposta, in attacco riecco Lukaku che non ha ancora segnato ai campioni d'Italia e al suo fianco Lautaro Martinez. "Cosa non rifarei? Offrire una cena a Chiellini", ha concluso Felipo Melo.

Comments