Incidente mortale a Sergi Mingote sul K2

Adjust Comment Print

La seconda montagna più alta della terra (8'611 metri), considerata una delle vette più difficili del pianeta e salito la prima volta nel 1954 dalla spedizione italiana di Achille Compagnoni e Lino Lacedelli, era l'ultimo 8'000 restato inviolato nella stagione più fredda, nonostante i diversi tentativi degli ultimi anni. Lo ha comunicato dal campo base il capo spedizione, Chhang Dawa Sherpa. Il campione catalano nel suo curriculum vantava sette ottomila senza l'ossigeno supplementare.

"Abbiamo rilevato un movimento inaspettato nel suo localizzatore e abbiamo visto subito che si trattava di una grave caduta" ha scritto Chhang Dawa Sherpa, aggiungendo che i membri della squadra sono intervenuti in suo soccorso ma purtroppo non sono riusciti a evitare il peggio.

È ora in corso la complessa fase di discesa, che avverrà in gran parte al buio: "È K2 ed è inverno, possono accadere ancora tante cose incerte, non si sa mai".

Diletta Leotta e Can Yaman beccati insieme dal settimanale Chi
A provarlo è la foto dell'assembramento, a seguito dell'arrivo di Can nella struttura, pubblicata da Diletta Leotta . Nelle ultime ore Yaman è stato coperto di insulti e offese .

Il K2, in Pakistan, miete un'altra vittima.

Stando alla informazioni pubblicate da Chhang Dawa Sherpa dal Campo Base, Mingote è precipitato all'improvviso mentre stava scendendo dal Campo 1 (6050m) verso il Campo Base Avanzato.

Comments