6 cambi Roma con lo Spezia: la (non) spiegazione di Fonseca

Adjust Comment Print

A centrocampo, spazio e Pellegrini e Villar con Bruno Peres e Spinazzola sulle fasce.

Italiano schiera lo Spezia con il 4-3-3 con Vignali, Erlic, Ismajli, Ramos. Nel centrocampo a 3, Deiola e Maggiore danno supporto al brasiliano Leo Sena mentre il tridente sarà formato da Agudelo, Galabinov e Saponara.

Altro pasticcio in casa Roma. "Neanche alla Playstatation faccio gol di testa - ha detto ridendo ai canali ufficiali del club - Il caso ha voluto che lo facessi proprio oggi, in un appuntamento così importante e contro la mia ex squadra". E la truppa di Vincenzo Italiano non si è fatta pregare, trovando due reti, con Galabinov e Saponara, in 15'. Il raddoppio è un regalo di Kumbulla ed è anche la sveglia che porta la Roma a iniziare a giocare.

Torino, Giampaolo non è più l'allenatore granata: la nota del club
Nicola è mister salvezza dopo il miracolo di Crotone e l'impresa dello scorso anno alla guida del Genoa da subentrato. Davide Nicola è nato a Luserna San Giovanni, provincia di Torino , il 5 marzo 1973.

LA ROMA - I giallorossi alzano Pellegrini sulla trequarti offensiva mentre Borja Mayoral si stacca bene dalla marcatura per venire incontro a prendere il pallone per fare da sponda. Verde e ancora Saponara ai supplemetari.

In precedenza erano subentrati Veretout, Karsdorp (in uno slot), Perez e Dzeko. Lo Spezia, inizialmente, non sfrutta l'enorme vantaggio e fatica ad allargare il gioco, facilitando il compito della Roma. Quando sul 2-2, nella fase iniziale del secondo tempo supplementare, l'arbitro ha espulso Mancini e Pau Lopez, la panchina romanista ha mandato in campo Fuzato e Ibanez nonostante Pellegrini avesse segnalato il rischio d'infrazione del regolamento.

Comments