Weah: "Milan da scudetto, ma Juve favorita. Tifavo per i bianconeri"

Adjust Comment Print

Oggi la Gazzetta dello Sport ha raccolto le dichiarazioni dell'ex campione liberiano George Weah, oggi presidente della Repubblica del suo paese. Io non so se il Milan riuscirà a vincere lo scudetto, perché Juventus, Inter e Napoli sono grandi rivali e perché mancano 20 partite e nel calcio le cose cambiano rapidamente. Ed eccoci al pronostico, difficilmente. pronosticabile: "Per lo scudetto devono temere più la Juve, per due motivi: da bambino ero tifoso bianconero e perché vince da 9 anni". Poi la vita mi ha portato al Milan e lì ho trovato una famiglia oltre ad un fantastico ambiente di lavoro. "Il Milan mi ha dato tutto, ma il tifo per la Juve è rimasto".

Weah ha elogi per tutti e quando parla di Romelu Lukaku fa riferimento al percorso che ha fatti lui: "Se penso a lui ricordo la mia storia: quando decisi di muovermi dalla Francia all'Italia la gente mi diceva che da voi non ce l'avrei fatta perché il campionato italiano è duro, complicato, tattico". Sono contento che il Milan lo abbia ripreso perché può essere molto utile al club nel lavoro coi giovani perché i ragazzi, tanto in prima squadra come in Primavera, in lui hanno un grande esempio e una fonte di ispirazione.

SULL'ETÀ- "L'età non conta". Vierchowood e Baresi hanno giocato a un livello altissimo fino a quasi quarant'anni per esempio. E poi naturalmente lo stesso Paolo Maldini.

Getty Images
Getty Images

SU PIRLO ALLENATORE- "L'osservavo in campo e vedevo un giocatore intelligente, sveglio e umile, era già un allenatore". E anche un amante del bel calcio: lui era un distruttore, sì, uno che pressava e aveva la cultura di un calcio fisico perché quello gli chiedevano e quello sapeva fare.

Immancabile un commento su Zlatan Ibrahimovic: "Si nota subito che è forte e sicuro di sé, ma c'è dell'altro: si impegna sempre al massimo".

Covid, i morti in Usa superano quelli della Seconda Guerra Mondiale
In missione a Wuhan per trovare una risposta alla pandemia COVID-19 , l'Organizzazione Mondiale della Sanità era stata derisa da Donald Trump perché "manipolata dalla Cina".

Comments