Milan, Pioli: "Pressioni? Privilegio, dobbiamo vincere tutte le partite"

Adjust Comment Print

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Milan TV alla viglia di Inter-Milan di Coppa Italia. "Bennacer sta meglio ma sarà disponibile per la partita contro il Bologna, Calhanoglu non è ancora disponibile". Hakan non è ancora disponibile e abbiamo avuto un paio di problemi con Mandzukic, Kalulu e Tonali con la partita di sabato. "Il prossimo derby fra un mese, con altre partite in mezzo importanti, quindi questa è solo una partita di Coppa Italia, un quarto di finale importante che cerchiamo di affrontare nel miglior modo possibile". È chiaro che ci sono avversari da affrontare, avversari pericolosi, la volonta però sarà sicuramente quella di tornare in campo con una prestazione positiva. "Vogliamo arrivare fino in fondo, chiaro che non siamo stati particolarmente fortunati nel sorteggio perchè il nostro è il quadrante di tabellone più forte". "Ho fatto le mie valutazioni e le ho riferite alla squadra il giorno dopo".

Cosa resta del girone d'andata? Siamo un grande club e ricevere pressioni è un privilegio perché vuol dire che abbiamo raggiunto un ottimo livello e una gran reputazione e vogliamo continuare così. Lo faccio in generale, sia quando vinciamo che quando perdiamo, dopo le partite voglio restare concentrato sul lavoro fatto per capire quello che dobbiamo fare. Ben vengano le pressioni, quelle esterne le conosciamo ma contano più quelle interne che ci creiamo da soli. Nonostante la batosta di sabato, i rossoneri si sono comunque guadagnati il titolo, se pur inutile ai fini dello scudetto, di campioni d'inverno, confermando di essere una delle squadre candidate a vincere il campionato.

Le Regioni cambiano colore, la nuova mappa del Covid in Italia
La Sicilia, confermata zona rossa , è ancora classificata a rischio alto nel nuovo monitoraggio Iss , con un Rt a 1,27. Vediamo insieme che cosa succede dopo le decisioni di ieri a proposito dei colori delle Regioni .

"È un ragazzo molto intelligente e curioso". Arriva da un calcio diverso, il mio inglese è buono ma non eccezionale. Ora cercheremo di fare uno sforzo ancora maggiore per fare gli stessi risultati. "Lui è attento, ha belle qualità e caratteristiche, ci vorrà un po di tempo per inserirsi nei nostri meccanismi".

Comments