A.Saudita: Calenda, 'Renzi? Immorale e pericoloso fare testimonial di un regime'

Adjust Comment Print

Matteo Renzi dopo i suoi colloqui con Sergio Mattarella al Palazzo del Quirinale a Roma. È un incarico informale - nonostante venga diramato dalla più alta carica dello Stato - affidato ad una personalità (di solito, il presidente di una Camera), affinché faccia un nuovo giro di consultazioni per approfondire una possibilità o valutarne di nuove in modo da sbrogliare un poco la matassa prima che tutto torni nelle mani del presidente della Repubblica cui tocca la decisione finale.

Matteo Renzi incontra il principe bin Salman, il governo revoca l'export di armi verso l'Arabia Saudita. Sono due Mattei così lontani tra di loro, probabilmente anche molto inopportuni nei tempi, che meritano di essere osservati per avere contezza dello stato attuale di crisi che non è solo politica ma forse e soprattuto di credibilità.

Sul governo: "Andare ad elezioni sarebbe un errore per l'Italia, rischiamo di perdere l'appuntamento con il Recovery". "Ci chiedevamo - conclude Telese - perché Conte non volesse cedere la delega ai servizi segreti. Occorre un governo presto e abbiamo dato disponibilità al presidente per individuare le soluzioni più opportune, preferiamo un governo politico che istituzionale ma siamo disponibili anche a un governo istituzionale". "Sono importanti ma arrivano alla fine". Ed è la terza testa che deve cadere secondo Italia Viva dopo quella di Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia, e quella di Roberto Gualtieri, ministro dell'Economia. Buttando la palla dall'altra parte: "Ne hanno dette tante su di noi in questi giorni, abbiamo sentito parole al limite dell'insulto. E' una sciocchezza. Si è preso i tipici 15 minuti di notorietà, che possiamo già archiviare", dicono all'Adnkronos. Ma se con Renzi i numeri della maggioranza restano risicati, si continuerà a ballare e per questo vogliamo un allargamento della maggioranza.

Signorini stilettata alla Rai Contro il GF Vip hanno messo di tutto
Nonostante non sia entrata all'inizio come gli altri, Giulia Salemi è diventata una dei concorrenti più amati di questa edizione. Infine Kevin ha dichiarato che all'uscita di Tommy dalla casa più spiata d'Italia, non si aspetta affatto di rivederlo.

Nel rispondere alle domande, poi, Renzi ha confermato: "Non vedo maggioranza politica che non consideri Italia Viva".

Ma non solo: in un altro passo del suo discorso Renzi parla del costo del lavoro in Arabia Saudita, estremamente basso, e dice che "da italiano lo invidia". "Domani e lunedì siamo a disposizione del presidente Fico per trovare un punto di caduta per gli interessi degli italiani". Lo scontro tra il senatore di Rignano e l'ormai ex esecutivo sembra si stia spostando anche sullo scenario internazionale.

Questo, Zingaretti lo dovrebbe dire ai parlamentari e soprattutto ai senatori, specificando a quelli di Italia Viva che, nel caso di ripensamenti, verrebbero riaccolti nel Pd.

Comments