Lutto nel calcio, è morto Mauro Bellugi: aveva 71 anni

Adjust Comment Print

Il mondo del calcio piange Mauro Bellugi.

La storia di Bellugi aveva commosso il mondo del calcio e non solo. Dopo aver contratto il Covid-19, lo scorso novembre si è dovuto sottoporre a un intervento di amputazione di entrambe le gambe a causa di ischemie ai vasi capillari.

Campania in zona arancione da domenica: chiusi confini comunali, bar e ristoranti
Con la zona arancione bar e ristoranti sono chiusi per la consumazione sul posto, ma restano aperti per l'asporto dalle 5 alle 22. Sono consentiti gli spostamenti fuori dai Comuni fino a 5.000 abitanti, entro i 30km e non verso i capoluoghi di Provincia.

I medici erano riusciti a salvarlo, ma alcune complicazioni nei mesi successivi hanno causato il suo decesso. In questi giorni Bellugi si trovava anche in ospedale doveva aveva iniziato il percorso di riabilitazione. Bellugi, ripresosi, dall'operazione, aveva subito dimostrato una forza d'animo straordinaria, riuscendo anche a scherzare sul proprio dramma: "Il coronavirus si è preso le mie gambe - aveva dichiarato dal letto d'ospedale, in collegamento tv con Barbara D'Urso -, anche quella del gol al Borussia (una celebre gara di coppa contro i nerazzurri, ndr) ma non mollo, mi farò le protesi come Pistorius". Ma dopo l'amputazione delle gambe aveva continuato ad avere gravi problemi.

In seguito è passato al Bologna, giocando anche per il Napoli prima del ritiro con la Pistoiese. Con la Nazionale italiana giocò il Mondiale del 1978. In azzurro collezionò 32 apparizioni.

Comments