Pasqua zona rossa, regole: cosa si può fare? Spostamenti, pranzo e visite

Adjust Comment Print

Ecco, quindi, un breve prontuario di norme da rispettare e cose che, al contrario, si possono fare nei giorni dei divieti del 3,4 e 5 aprile. Se questo non è possibile si può sbarcare ma rimanere in quarantena.

Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l'altro genitore oppure per condurli presso di sé, sono sempre consentiti.

La seconda casa, inoltre, non deve essere abitata da altre persone ed è necessario che il contratto relativo all'abitazione sia stato stipulato prima del 14 gennaio 2021. Alto Adige: divieto per chi non risiede in Provincia di Bolzano di raggiungere le seconde case, se non per comprovate esigenze lavorative o necessità. Tutta l'Italia sarà blindata, con qualche concessione: le visite a parenti e amici.

Anche il governatore della Sardegna, Christian Solinas, ha firmato un'ordinanza per limitare gli accessi sull'isola ai non residenti che possiedono una seconda casa in Regione (in totale sono circa 300 mila). Sardegna: Stesse regole della Toscana, con l'aggiunta di test obbligatori per i passeggeri che arrivino senza certificato di vaccinazione o di negatività. In alternativa ci si dovrà sottoporre a tampone una volta sbarcati sull'isola o sottoporsi a isolamento fiduciario di 10 giorni. Il domicilio invece è "il luogo in cui una persona ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi". Mentre nello stesso arco temporale, nelle regioni rosse le visite sono vietate. La Campania ha vietato gli spostamenti anche ai residenti.

Dal 15 giugno nell'Ue arriva il passaporto sanitario: ecco come funziona
Il " passaporto sanitario " che l'Unione europea vuole realizzare per una riapertura in sicurezza sarà disponibile dal 15 giugno . Il commissario ha anche mostrato il certificato sanitario illustrando sia la versione digitale sia quella cartacea .

Con l'ingresso in zona rossa rafforzata, anche la Puglia blinda i confini per Pasqua e vieta gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o abitazione verso altri Comuni per raggiungere le seconde case. Nelle zone arancioni, ad esempio, fino al 2 aprile, e nella giornata del 6 aprile, le visite sono consentite solo all'interno del proprio comune.

Assistenza a parenti non autosufficienti: anche fuori Comune e Regione se non è possibile fornire assistenza tramite persone che vivono vicino, e solo le persone strettamente necessarie (es.: un solo parente adulto, eventualmente accompagnato dai minori o disabili). Le Fag del governo chiariscono cosa si intende per questi tre concetti.

Secondo le stime dell'Osservatorio nazionale del Turismo, però, la scelta della Sicilia potrebbe costituire un rischio dovuto al fatto che il 12% del totale delle seconde case si trova sull'isola.

Si torna in presenza, anche in zona rossa.

Comments