Denise Pipitone programma russo: il conduttore rompe il silenzio

Adjust Comment Print

Anche domani sera, 7 aprile 2021, la conduttrice torna ad affrontare la burrascosa vicenda di Denise e della ragazza russa Olysea.

Questa però è la prima segnalazione che suscitato tanto interesse nei media, nonostante tutto è giunta dalla Russia, un Paese lontano dall'Unione Europea, il quale potrebbe riscontrare delle serie problematiche se giungesse una notizia positiva. "Quello di Denise è abbastanza raro - ha sottolineato Innaro -, quindi se dovesse coincidere, già il cerchio si ristringerebbe". Di fronte a questo tentativo di spettacolarizzazione e a una altrettanto probabile quanto dolorosa messinscena della TV russa, il legale ha bloccato la sua partecipazione.

La pista russa inizia il 3 dicembre del 2004, quando l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale della famiglia di Denise Pipitone riceve una telefonata dal magnate dell'Est Behgjet Pacolli, ex marito di Anna Oxa, che inizia a Caltanissetta e finisce a Marsala.

Era previsto un faccia a faccia con Olesya e l'avvocato di Piera Maggio, ma viste le incomprensioni delle ultime ore, non è ancora certa la presenza del legale. "Abbiamo accettato la loro proposta di un "faccia a faccia" in tv - ha spiegato ancora l'avvocato Frazzitta - con l'obiettivo di fornire alla Procura che indaga tutta la documentazione scientifica necessaria a fare chiarezza".

Coronavirus in Lombardia, domenica oltre 3000 nuovi casi
Il rapporto tra casi testati e positivi, quindi, è del 7,1% ( ieri al 6,8% ). Sono invece 97 i decessi, che portano il totale da inizio pandemia a 30.959.

Non ci saranno anticipazioni nemmeno per rassicurare una madre che attende la verità da quindici anni, fanno sapere dalla Russia coloro che hanno seguito il caso del presunto avvistamento di Denise Pipitone nella Federazione. I risultati della comparazione del gruppo sanguigno verranno svelati domani: tutti i telespettatori sono con il fiato sospeso e sperano in una svolta positiva.

E' il giorno della possibile svolta del giallo di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre del 2004.

Il dolore di un genitore non si ripaga con il ricatto mediatico. "Rimaniamo sempre cauti... Vogliamo certezza e basta". Nelle due immagini Dmitry Borisov è vestito in modo differente, mentre la ragazza che potrebbe essere Denise Pipitone indossa lo stesso abito, dunque molto probabilmente una foto è stata fatta prima e l'altra dopo la registrazione (noi abbiamo effettuato un ritaglio, motivo per il quale non è visibile il vestito di Olesya).

Comments