Manifestazione Ioapro non autorizzata, organizzatori: "Andremo comunque"

Adjust Comment Print

Alcuni manifestanti hanno lanciato petardi e oggetti contro le forze dell'ordine schierate in tenuta antisommossa. Ma gli organizzatori della protesta non intendono fare marcia indietro. Alcune decine di persone sono state circondate dalle forze dell'ordine sulle scale di una delle chiese di piazza del popolo. "Saremo assolutamente pacifici e non ci sarà alcuna volontà di scontro" ha affermato uno dei leader Mohamed El Hawi aggiungendo: "Domani andremo lo stesso in piazza a supporto di un'altra ristoratrice che ha il permesso di manifestare a piazza Montecitorio". Massima l'attenzione in tutta la zona di Montecitorio e piazza Colonna. "Libertà!" e ribadiscono: "Non siamo partite Iva, siamo persone, siamo famiglie, non siamo delinquenti, siamo persone che lavoravano 14 ore al giorno". Non si potrà attendere ulteriormente, né per le riaperture né per il nuovo scostamento di bilancio che consentirà nuovi sostegni per aprile e maggio. Le ragioni dei ristoratori non devono essere così brutalmente rappresentate, è una categoria di gente seria, che non si scaglia contro gli agenti.

"Ci hanno trattati come criminali e ci hanno chiuso nella piazza come topi, bloccando ogni via d'accesso": questo il racconto di Anna D'Avino dell'Osteria della Pesa di Ripalta Arpina, che nella giornata di oggi, lunedì 12 aprile, è andata a Roma, in piazza San Silvestro, durante il sit in del movimento Io Apro, che comprende ristoratori ma anche proprietari di palestre. "130 pullman partiranno da tutta Italia, invaderemo Montecitorio". 20mila o 50mila dipende da voi.

Meteo oggi lunedì 5 aprile: Pasquetta tra sole e nuvole - La settimana
Piogge e locali temporali ancora diffusi tra la Toscana, l'Umbria, le Marche e i settori interni laziali. Addensamenti compatti e rovesci anche a carattere temporalesco anche sulle regioni centrali.

Dopo gli scontri piazza San Silvestro si è rapidamente svuotata: mentre da una parte le frange più "dure" hanno continuato a cercare di raggiungere il Parlamento, gli altri manifestanti si sono diretti in parte verso piazza del Popolo e in parte hanno sgomberato l'area.

Nel frattempo le forze dell'ordine hanno disposto fin da questa mattina controlli ai caselli autostradali e nelle stazioni ferroviarie della Capitale per intercettare l'eventuale arrivo di pullman o gruppi di manifestanti.

Comments