Autostrada A1, sit-in dei ristoratori: investito un manifestante

Adjust Comment Print

Non si placa la protesta dei ristoratori contro la crisi e viene presa nuovamente di mira l'Autostrada A1. "Sto bene, tutto a posto, è solo la spalla", ha reso noto, con un video su Fb, il manifestante ferito alla spalla: si tratta di Antonio Alfieri, ristoratore di Sassuolo, che ha così voluto rassicurare tutti sulle sue condizioni trasmettendo il messaggio direttamente dall'ambulanza che lo ha soccorso per la sospetta lussazione di una spalla. L'automobilista fermato dalla polizia stradale vicino al casello di Barberino del Mugello è stato denunciato per il reato di lesioni volontarie. Per gli utenti diretti verso Firenze, dopo l'uscita di Valdarno, si consiglia di percorrere la SS326 Autopalio e rientrare in A1 a Impruneta; mentre per utenti verso Roma, il percorso inverso. Il presidente di Tutela nazionale imprese, Pasquale Naccari, ha spiegato che "ci sono imprenditori ormai stanchi di subire, che vorrebbero riaprire e tornare a lavorare, rispettando i protocolli di autogrill e mense. Vorrebbero lavorare e non all'esterno con il freddo", ha detto il portavoce di Tni, Pasquale Naccari.

Sul luogo sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale ed il personale della Direzione 4° Tronco di Firenze di Autostrade per l'Italia.

VACCINI / Da oggi prenotazioni per la fascia d'età 65-69 anni
Ogni decisione sarà poi demandata alle Regioni: che si assicureranno di mandare in porto le vaccinazioni dal più grande al più piccolo.

Fra le richieste di Tni Italia, che ha adottato l'hashtag #blocchiamolitalia, ci sono l'abolizione del copifuoco, riaperture il 25 aprile a pranzo e a cena anche dentro i locali, no al pass vaccinale, no al pagamento mediante il solo Pos.

La protesta è andata avanti con anche dei ristoratori che hanno attrezzato un tavolo apparecchiato fingendo un pasto in mezzo all'autostrada.

Comments