Beppe Grillo difende il figlio: "Non è uno stupratore. Arrestate anche me"

Adjust Comment Print

Dopo le parole di Beppe Grillo in difesa del figlio, ecco che arrivano quelle dei genitori della ragazza per cui - a detta degli inquirenti - Ciro Grillo è accusato. "Perchè non li avete arrestati?".

"La legge dice che gli stupratori vengono presi e messi in galera, interrogati in galera o ai domiciliari". Sono liberi da due anni, ce li avrei portati io in galera a calci nel culo. "Perchè non li avete arrestati subito?", grida Grillo difedendo il figlio. Grillo è un fiume in piena tanto che lancia anche una provocazione: "Se dovete arrestare mio figlio, perché non ha fatto niente, allora arrestate anche me perché ci vado io in galera". C'è un video, passaggio per passaggio, in cui si vede che c'è un gruppo che ride, che sono ragazzi di 19 anni che si divertono e ridono in mutande e saltellano con il pisello, così...perché sono quattro coglioni, non quattro stupratori. "Ho avuto una relazione con una persona violenta per un breve periodo e per elaborare quanto era successo ci ho messo sei mesi, poi ho denunciato". Questo mentre la sua amica dormiva. Per rafforzare la loro tesi, i giovani hanno raccontato ai magistrati che dopo il primo rapporto, la studentessa e il primo ragazzo sarebbero andati insieme a comprare le sigarette. Inoltre nei giorni seguenti ci sarebbero stati scambi di messaggi tra i giovani. La ragazza, di origine italo-svedese, ha denunciato di essere stata stuprata, nel luglio del 2019 in Sardegna, dal figlio del garante del Movimento 5 Stelle e da tre suoi amici, mandando su tutte le furie Grillo.

Tornano i privilegi della Casta. Formigoni recupera il vitalizio
Va precisato, che ne beneficeranno sia quanti hanno presentato un ricorso sia quelli che non hanno mosso alcun passo. "Come previsto per tutti i cittadini".

Noi lo capiamo, povero Grillo, anche se vorremmo fargli notare che, finora, la vicenda ha goduto di un meritorio e giustissimo silenzio.

Comments