Pass verde dura 6 mesi, carcere per chi falsifica

Adjust Comment Print

Il ministro Gelmini però frena sul cambio di orario. Prorogato fino al 31 luglio lo stato di emergenza, mentre il coprifuoco resta fissato alle ore 22.

Spostamenti liberi tra regioni in zona gialla -che torna- dal 26 aprile, spostamenti con il pass verde covid anche in zona rossa e arancione. In questo caso per gli spostamenti anche per turismo sarà necessaria l'autocertificazione fino a quando non arriverà il famoso certificato verde. Per coloro che effettueranno un tampone, sarà la struttura in cui è avvenuto il test a rilasciarlo, o comunque sarebbe sempre valida l'alternativa dei medici di base/pediatri.

Al momento le Regioni che potrebbero tornare in zona gialla in base all'andamento delle singole curve epidemiologiche sono: Abruzzo, Veneto, Lazio, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria, Emilia Romagna e le Province autonome di Trento e di Bolzano. E' una delle novità nella bozza del nuovo decreto legge che arriva oggi in Consiglio dei Ministri per iniziare il percorso delle riaperture annunciate dal premier Mario Draghi. La certificazione, rilasciata a seguito di un tampone negativo verrà firnita dalle strutture presso cui si è svolto il test: strutture sanitarie pubbliche, private autorizzate e accreditate, farmacie, medici di medicina generale o pediatri di libera scelta.

Covid, 958 nuovi positivi - Salute - TGR Toscana
Sono 1.150 i nuovi positivi in Toscana: in calo, dunque, rispetto a ieri , quando si erano registrati 1.239 nuovi contagi. Sono 676 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 314 nella Nord Ovest, 249 nella Sud est.

Il pass verde viene consegnato dalle diverse strutture ospedaliere e non, in formato cartaceo o digitale, a seconda della tipologia di certificazione. Nel documento, che confluirà poi nel fascicolo sanitario elettronico dell'interessato, oltre ai dati anagrafici sarà riportato anche il numero di dosi somministrate rispetto al numero di dosi previste. Chi ha completato il ciclo di vaccinazione prima dell'entrata in vigore del nuovo provvedimento e non ha ricevuto alcuna certificazione, può farne espressa richiesta alla struttura sanitaria o alla Regione o la Provincia.

"Le certificazioni verdi sono rilasciate per attestare l'avvenuta vaccinazione al termine del prescritto ciclo, l'avvenuta guarigione, l'effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo".

Il pass resterà in vigore fino all'attivazione della piattaforma europea, nella quale saranno convogliati anche i certificati nazionali. a quel punto entrerà in vigore il cosiddetto DGC-Digital Green Certificate, interoperabile a livello europeo.

Comments