Zaia: "Se il coprifuoco è una questione politica non ha nessun senso"

Adjust Comment Print

Il Veneto - secondo anticipazioni delle misure della cabina di regia - sarà intanto 'zona gialla' da lunedì 26 aprile.

"Sono 1.035 i nuovi contagi Covid e 20 i decessi registrati in Veneto nelle ultime 24 ore". Ha poi polemizzato sulla questione coprifuoco ritenendo che "se non si tratta di un problema sanitario come ci dicono gli scienziati, allora è un problema politico, ovvero un non problema". Al 22 aprile, gli eventi attivi sono 999, con positivi 1.409 studenti (16.816 in isolamento) e 141 tra docenti e operatori (1.255 in isolamento o quarantena). I ricoveri sono 1.615 malati Covid (-39), dei quali 1.338 (-37) nei normali reparti medici, 227 (-2) nelle terapie intensive.

Perché ha ammonito il governatore del Veneto: "Altrimenti, rischiamo di perdere moltissimi clienti: dobbiamo quindi chiedere che si faccia chiarezza, e va fatta subito, non si può aspettare di più". Non ci va nessuno. "Ieri una persona addetta ai lavori mi ha spiegato che il significato è probabilmente quello di non consentire troppe ore per le aperture". "Non è una contrapposizione con il Governo, ma la volontà di portare avanti questa istanza con le altre Regioni". Voglio considerare questo decreto come una fase di assestamento ma non assestamento avvenuto. Per lo stesso motivo il governatore ha detto di non capire la ratio delle misure dei ristoranti, aperti dal primo giugno dalle 5 del mattino alle 18 di sera: "dal punto di vista sanitario non hanno alcun senso. Quindi la programmazione per loro è importante", ha concluso.

Riapertura scuole, Zaia: “Bisogna mettere mano alla questione dei trasporti, non ci sono i mezzi”
Zaia: «Riaperture, spero in un decreto correttivo. Coprifuoco alle 22, un problema politico non sanitario»

Dal 31 maggio è prevista la vaccinazione per le fasce d'età dai 59 anni in giù, con l'utilizzo esclusivo di Pfizer e Moderna. La differenza tra il previsto e consegnato prevede il primo trimestre -10,62% ad aprile calo significativo -51% ipotetico perché nel piano sono previste due tipologie di vaccini e consegne trimestrali (compreso un nuovo vaccino curevac non ancora autorizzato). Il Governo garantisce un outlook di 200-210 mila forniture a settimana, con un 'delta' di 20-30 mila dosi che J&J dovrebbe colmare. Il piano vaccinazioni si basa sulle previsioni di fornitura escluso J&J che servirà per compensare eventuali carenze contrattuali degli altri contratti.

Tuttavia, nei primi 4 mesi dell'anno, in regione è giunto il 32% di forniture in meno rispetto a quelle previste. Il 5 luglio si inizierà con la vaccinazione degli under 50, il 30 settembre con gli under 30, mentre dal 30 agosto sarà la volta della fascia di età 29-10 anni.

"Abbiamo appena avuto il parere dal Cts e abbiamo appena inviato la comunicazione a tutte le Ulss che da lunedì ripartono tutte le attività ospedaliere e ambulatoriali".

Vaccinazioni, aperte le prenotazioni per i 70-79enni. Disponibili 25mila dosi
In questo caso, gli appuntamenti disponibili prenotabili sono quelli che vanno dal 23 aprile al 7 maggio 2021 . Al momento della somministrazione della prima dose , sarà comunicato il giorno per effettuare il richiamo .

Comments