Denise Pipitone a Scalea? Esito accertamenti alla Procura

Adjust Comment Print

La segnalazione della parrucchiera di Scalea, Grazia Bonanno, è stata presa in considerazione dai Carabinieri data la forte somiglianza delle diciannovenne con la bambina di Mazara del Vallo: infatti, la ragazza di origine romene presenterebbe una cicatrice molto simile a quella di Pipitone oltre che somiglianze fisiche con i genitori Piera Maggio e Piero Pulizzi: per la superteste avrebbe la fossetta del padre e il labbro della madre. L'avvocato della famiglia Pipitone, Giacomo Frazzitta, ha dichiarato di essere alla ricerca della donna del filmato: "Non sappiamo se la bimba ripresa a Milano fosse Denise ma è importante trovare la nomade che era con lei". Avrebbe avuto una breve conversazione con lei, dal momento che la ragazza rom avrebbe chiesto di lavorare nel suo lavoro: "Mi ha detto di chiamarsi Denise e di essere italiana". La 19enne ha deciso di allontanarsi da lei e di vivere a Scalea insieme ai suoi amici.

La giovane calabrese si chiamerebbe anche lei Denise, è stata rintracciata nel campo rom dove vive, e non si sarebbe sottratta all'interrogatorio delle forze dell'ordine.

Appena hanno fatto tutte le domande del caso, i carabinieri hanno immediatamente identificato la madre e l'hanno chiamata. Ai microfoni di 'Chi l'ha Visto?' ha ribadito di non essere lei e poi a 'Pomeriggio Cinque' ha rivolto un appello alla mamma di Denise.

Chi scrive si rifiuta di pensare ad uno scenario così cinico: significherebbe una sorta di vendetta nei confronti di Piera Maggio "che si rifiuta di andare a Mediaset", la quale sino a prova contraria vuole solo riavere sua figlia.

Finisce l’obbligo smart working per gli uffici pubblici, Brunetta: "Torniamo alla normalità"
E trai punti principali che dovranno regolare il lavoro a distanza, il diritto alla disconnessione , fasce di contattabilità, formazione specifica, protezione dei dati personali e permessi e assenze.

Il primo è sull'aspetto fisico: la ragazza di Scalea ha una cicatrice sul volto come Denise, ma quest'ultima lo aveva sul lato sinistro, mentre la 19enne lo ha sul destro.

Sono ancora molti i dubbi e le indagini da fare. Nell'ultimo periodo, i carabinieri si erano concentrati sulla pista della bambina somigliante a Denise a Milano, ma adesso nuove indagini sono da rifare. "Non sono io Denise" ha detto decisa ai giornalisti.

Una notizia diffusasi rapidamente e che ha trovato parziali riscontri nell'ambiente investigativo.

Mattino 5 di oggi, martedì 11 maggio 2021, si è occupato del caso di Denise Pipitone.

Comments