Covid e spostamenti. E' scontro sul coprifuoco alle 23. Quando arriverà?

Adjust Comment Print

Alle richieste delle Regioni di slittare il coprifuoco di un'ora, fa eco il pressing di Salvini che spinge per l'abolizione e per il "Ritorno al lavoro, senza coprifuoco". Le piscine anche sono in attesa della data per la riapertura al chiusa.

Il Governo si prepara a vivere delle settimane di fuoco. Per quanto determinato a far ripartire il turismo e ad accogliere gli stranieri, il premier non vuole sbagliare i tempi.

I dubbi sul COPRIFUOCO, come riportato anche dal quotidiano Repubblica, provengono soprattutto dal Comitato Tecnico Scientifico che continua ad essere contrario anche in vista del prossimo decreto, seppur la decisione ultima spetterà alla politica e di conseguenza all'esecutivo. L'ipotesi più accreditata è che si possa tornare a festeggiare le nozze dal 15 giugno, ma sono spuntate anche il 12 e il 19 giugno come papabili date per il "via alle danze". Ma restano due incognite: a che ora partirà (dalle 23 o dalle 24) e quando verrà cambiato l'orario per il divieto di uscita notturna. Sta stretto ai ristoratori e ai clienti, non piace alla gente che fugge come Cenerentola alle 21.30 e sta diventando una lotta tra le diverse fazioni parlamentari, all'interno e all'esterno della maggioranza. "Con prudenza, senza sbandamenti né colpi di testa, dobbiamo continuare il percorso delle riaperture", è il ragionamento che il ministro della Salute ha condiviso con gli esperti.

Al tavolo con il premier, Speranza porterà un dato interessante per aiutare il governo a decidere il da farsi. E' una delle misure di allentamento che potrebbero essere decise in settimana.

Covid Veneto, aumentano i contagi: 16 morti nelle ultime 24 ore
I deceduti dall'inizio dell'emergenza sanitaria, per e con Covid-19 , sono 516, mentre i guariti totali sono 17.083. Sale anche il numero legato ai decessi con 305 vittime (ieri ne erano 256 e due giorni fa 144).

Si va verso un nuovo decreto Covid che dovrebbe portare novità sul fronte coprifuoco (alle 23 o alle 24), riaperture anticipate di ristoranti al chiuso, palestre, parchi tematici, fiere, convegni e congressi, centri commerciali nel weekend, e ripartenza di matrimoni e cerimonie.

La cabina di regia oggi dovrebbe riunirsi per fare il punto sulle riaperture previste per la metà del mese di maggio, mentre mercoledì dovrebbe tenersi un vertice Governo-Regioni per valutare nuovi parametri per la classificazione dei colori.

La capogruppo del Pd Debora Serracchiani, sulla base dei 500 mila vaccini al giorno, chiede "la revisione dello stop dei centri commerciali nel fine settimana" per dare un "robusto colpo di acceleratore a tutto il sistema".

Comments