Gregoretti, Salvini: "Quando tornerò al governo farò la stessa cosa"

Adjust Comment Print

Lo ha stabilito il gup di Catania, Nunzio Sarpietro, che ha scritto così la parola fine su una vicenda che vedeva l'ex ministro dell'Interno rischiare un processo per sequestro di persona e abuso d'ufficio. Salvini era accusato di sequestro di persona per il caso dei 131 migranti lasciati a bordo della nave Gregoretti, a luglio del 2019, nel porto di Augusta in provincia di Siracusa.

L'avvocata Giulia Bongiorno, difensore dell'ex ministro, ha sempre sostenuto, in ogni occasione e davanti al gup Sarpietro, che "l'azione penale contro Salvini non doveva neppure iniziare, perché il suo è stato un atto politico insindacabile" perché, ha sostenuto, per il "principio della separazione dei poteri e le decisioni adottate nell'interesse nazionale sono impenetrabili e non possono essere contestate in sede giudiziaria". Mi spiace solo per i denari che sono costati ai cittadini italiani queste giornate. Lì, a differenza che a Catania, la Procura ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio del leader leghista, per una situazione simile ma non uguale né perfettamente sovrapponibile a quella della Gregoretti. Preferito un processo in cui l'udienza preliminare non è inutile, non ha senso avere un giudice che nel fare l'udienza dice 've la vedete a giudizio' perché significa stare sotto processo per anni. "Invece a Catania il giudice ha voluto vederci chiaro".

Covid, la Sicilia "vede" ancora arancione: 1.202 nuovi casi
In Sicilia sono 250 mila le dosi di AstraZeneca chiusi nei frigoriferi e al momento inutilizzate. La Regione è quarta per numero di contagi giornalieri.

"Il Giudice ha studiato lavorato e si è preso le sue responsabilità". Spero che la sentenza sia utile agli amici del Pd e del M5s, le battaglie si vincono o in Parlamento o nelle campagne elettorale.

Comments