Cambia il coprifuoco. Sardegna verso la zona bianca dal 1° giugno

Adjust Comment Print

Il Governo nel frattempo ha raggiunto l'accordo sulle date di alcune riaperture e, soprattutto, sulla modifica dei parametri per il cambio di colore, e conseguente zona, delle Regioni. Sulla base di questa evidenza il governo prenderà le decisioni sulle future riaperture e il coprifuoco, da inserire in un decreto Draghi che dovrebbe entrare in vigore dal 24 maggio 2021. L'area gialla, dopo uno stop di oltre un mese, è rientrata in vigore lo scorso 26 aprile, concedendo più libertà ai cittadini italiani. In zona bianca, invece, il coprifuoco non ci sarà, e fonti di governo fanno notare come, a partire già dalle prossime settimane, gran parte dell'Italia potrà ambire a passare in fascia bianca. Una svolta, che però non accontenta le associazioni di categoria toscane e nemmeno il presidente della Regione Eugenio Giani, che chiedeva "più coraggio". Riguardo ai criteri validi per la definizione del passaggio delle Regioni da una zona di rischio all'altra, sarà ridotto il peso dell'indice Rt a vantaggio degli indici di pressione ospedaliera e dell'incidenza dei casi ogni 100mila abitanti. Ecco le principali misure, secondo le indiscrezioni.

È in arrivo il nuovo decreto con le disposizioni sul coprifuoco e sulle riaperture: sarà il Consiglio dei Ministri convocato stasera alle 18 e 30 a decidere le nuove misure.

21 giugno. Via del tutto al coprifuoco. La Lega, infatti, chiede che il coprifuoco sia eliminato già da inizio giugno.

Dal 18 maggio al 6 giugno: coprifuoco dalle 23 alle 5. Un altro problema importante è l'apertura serale per le cene. E sarà anche possibile perciò la consumazione al bancone nei bar. I gestori delle piscine al chiuso, che potranno aprire solo dal 1 luglio. Non si esclude che l'ok possa arrivare in concomitanza della riapertura delle palestre. Si discuterà di questo oggi.

Anche all'interno dei centri proseguirà l'obbligo di indossare la mascherina e il contingentamento degli ingressi per evitare assembramenti.

Pare che quello che sarà il nuovo decreto-legge sulle riaperture di metà e fine mese, elaborato dall'esecutivo Draghi, dia uno spiraglio anche ai festeggiamenti dei matrimoni.

Berlusconi, la Corte europea all'Italia: "Ha avuto un processo equo?"
A renderlo noto è il Corriere della Sera , sottolineando che adesso il governo dovrà fornire una risposta entro il prossimo 15 settembre .

Si respira un ottimismo che non è più solo ideale, ma anche pragmatico. Palazzo Chigi, dopo le proteste delle associazioni di categoria, prevedeva una rivalutazione della norma se la curva epidemiologica fosse rimasta in discesa e adesso che i dati appaiono confortanti sembra scontato il via libera.

Alle cerimonie con il certificato di vaccinazione Chi vuole partecipare ad un banchetto dovrà avere il certificato di vaccinazione, di avvenuta guarigione o un tampone negativo effettuato 48 ore prima della cerimonia.

Riaprono il 15 giugno i parchi tematici in tutta Italia.

Durante la riunione decisa anche la riapertura anticipata delle palestre. Il premier avrebbe precisato che il programma sarà attuato sempre se i dati sul Covid permetteranno l'ammorbidimento graduale della restrizione.

1 luglio Riaprono le piscine al chiuso, i centri natatori e i centri benessere.

Comments