Tensioni tra Marocco e Ceuta: respingimenti "express" dopo l'assalto all'spagnola

Adjust Comment Print

Secondo la stampa iberica, una parte dei migranti è rientrata volontariamente in Marocco dopo aver constatato che non c'era né un posto per dormire né cibo.

Le autorità spagnole hanno riferito che si tratta di un fenomeno senza precedenti: mai così tante persone sono giunte nella città spagnola in un solo giorno.

Emergenza migranti nell'enclave spagnola di Ceuta, in Marocco: in 24 ore sono arrivati 6 mila migranti, a nuoto e a piedi, e il premier spagnolo, Pedro Sanchez è partito per seguire in prima persona il caso. Dopo l'incontro, Gonzalez ha detto ai giornalisti di aver ricordato all'ambasciatore "che il controllo delle frontiere è stato e deve continuare ad essere responsabilità congiunta di Spagna e Marocco".

Ma ci sono anche le tensioni diplomatiche tra Rabat e Madrid per la decisione della Spagna di consentire che venga curato in un ospedale spagnolo il capo del Fronte Polisario, Brahim Gali, che rivendica l'indipendenza del Sahara Occidentale dal Marocco, con il sostegno dell'Algeria. Né tantomeno l'urgente arrivo di Sánchez a Melilla ha rassicurato i propri concittadini: è stato accolto con fischi, insulti e alcuni del "comitato di benvenuto" hanno preso a calci l'auto su cui viaggiava per spostarsi dall'eliporto da dove è atterrato (è la sua prima visita a Ceuta come premier) insieme al ministro dell'Interno, Fernando Grande-Marlaska, il quale assicura che almeno 4mila persone sono già state rimpatriate in Marocco. Da Bruxelles, Charles Michel, presidente del Consiglio Ue, ha espresso "appoggio e solidarietà alla Spagna": le sue frontiere sono le frontiere dell'Ue, ha affermato, e "la cooperazione e gli impegni condivisi dovrebbero essere i principi di una forte relazione tra Ue e Marocco". Il ministero dell'Interno spagnolo ha dichiarato che Madrid invierà altri 50 agenti di polizia in aggiunta ai 200 già schierati ieri, mentre altri 150 sono a disposizione. Questa ondata di arrivi di migranti irregolari rappresenta una grave crisi per la Spagna e per l'Europa.

Vaccino: dal 17 maggio ok alle prenotazioni per i 40enni
Si procede di corsa, mano a mano che le dosi arrivano sempre più numerose e, finalmente, in maniera regolare. La persona riceverà la comunicazione dell'appuntamento dal medico o tramite l'sms dall'azienda.

"L'integrità di Ceuta come parte della nostra nazione, la nazione spagnola, la sua sicurezza e la tranquillità dei nostri compatrioti e residenti sono garantite dal governo spagnolo con tutti i mezzi disponibili", ha aggiunto.

Secondo le autorità, gli arrivi sono iniziati alle 2 del mattino di lunedì nella zona di confine nota come Benzú e successivamente nella spiaggia orientale di Tarajal. Nel tentativo di attraversare il confine almeno una persona è morta e decine sono state trovate in stato di ipotermia.

Emblematica è la foto del neonato salvato in acqua da un membro della Guardia Civil, visto che sarebbero oltre 1.500 i minori giunti a Ceuta.

Comments