Meteo: il CALDO INTENSO rimarrà lontano dall'Italia nei prossimi giorni

Adjust Comment Print

Nella giornata di martedì 8 giugno il transito di un debole fronte in quota produrrà annuvolamenti cumuliformi che potranno causare pure qualche locale pioggia.

Nel corso di quella di mercoledì 9 giugno i rovesci e i temporali dovrebbero avvenire sulle Alpi, sulle Prealpi e sulle zone del Centro e del Sud che si affacciano sul Mar Tirreno.

Centro Italia e Sardegna: - Allerta meteo di livello giallo su Umbria, Marche ed Abruzzo.

Vaccini, lo studio: Pfizer e AstraZeneca molto efficaci contro la variante indiana
In un hub della città, ad una donna che doveva fare la seconda dose di AstraZeneca è stata inoculata una dose di Pfizer . Per cause ancora da accertare, infatti, la donna è stata vaccinata con Pfizer .

Nel corso del primo weekend di giugno la situazione meteo potrebbe farsi più instabile in Italia a causa di una piccola saccatura in transito sulle regioni settentrionali.

Questi due giorni trascorreranno all'insegna del bel tempo su tutte le regioni ad eccezione di una certa variabilità presente sulle zone alpine che potrebbe dare luogo a locali rovesci o temporali nelle ore più calde della giornata. Le temperature non subiranno comunque variazioni significative salvo una leggera flessione delle massime. Senza particolari strutture anticicloniche le condizioni meteo non saranno completamente stabili e anche la prossima settimana dovremmo fare i conti con acquazzoni e temporali sparsi. Le previsioni del tempo per le aree del Nord, del Centro e del Sud Italia. L'ultimo aggiornamento del modello GFS propone anche per la prossima settimana un anticiclone delle Azzorre tra Atlantico e Isole Britanniche. Sara' poi appunto il calore in eccesso a fornire l'energia necessaria per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche che "scoppieranno" durante le ore pomeridiane e serali, con il rischio piu' che concreto di fenomeni localmente molto forti, accompagnati talora da raffiche di vento e grandine.

Non possiamo parlare di un inizio della stagione calda davvero esplosivo anche se, in effetti, la circolazione atmosferica proporrà una fase anticiclonica favorevole al trasferimento sui mari italiani di massa d'aria piuttosto calda caratterizzata da valori di temperatura in quota superiori alle medie del periodo.

Comments