Guglielmo Epifani, una vita per la Cgil e i lavoratori

Adjust Comment Print

Nato a Roma nel 1950 da genitori di origine campana, socialista, nel 1979 incomincia la sua carriera di dirigente sindacale con l'incarico di segretario generale aggiunto della categoria dei lavoratori poligrafici e cartai.

È morto Guglielmo Epifani, ex segretario generale della Cgil e per un breve periodo del Partito Democratico.

Romano, nella capitale si laureò in filosofia presso La Sapienza con una tesi su Anna Kuliscioff, una delle più importanti esponenti del socialismo italiano. Per quanto riguarda la vita privata, Epifani era sposato con Maria Giuseppina De Luca. "Ciao Guglielmo, uomo forte, gentile, colto, paziente e intransigente".

Nel 1990 entra nella segreteria confederale della Cgil e nel 1993 viene nominato segretario generale aggiunto da Bruno Trentin. Tra i tanti messaggi spicca quello del segretario Pd, Enrico Letta che scrive: "Esprimo profondo cordoglio di tutti i democratici e democratiche alla moglie. Ricordo il ruolo fondamentale che ha avuto come leader Pd, in un momento difficile". "Il sindacato, la politica, il Paese perdono un protagonista", ha scritto su Twitter il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

Vaccini in Lombardia, in arrivo 2,8 milioni di dosi. La campagna accelera
Oggi nella provincia autonoma di Bolzano dovrebbero vaccinarsi gli over 18 tra cui rientrerebbero anche molti studenti. Agli studenti verrà somministrato AstraZeneca o Johnson&Johnson negli appositi hub ( clicca qui ).

A ricordarlo anche il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta: "Compagno di tante battaglie. Collega deputato, gentile, serio, equilibrato, ha speso la sua vita da una parte sola: dalla parte dei lavoratori". Era un riferimento del mondo sindacale, della sinistra, del nostro partito. Il garbo che lo caratterizzava in Aula, anche nei ragionamenti a noi politicamente più distanti, mancherà all'intera Assemblea.

In molti hanno espresso un pensiero di cordoglio nei confronti della sua famiglia.

Il 16 ottobre 2010 Guglielmo Epifani pronuncia il suo ultimo discorso da segretario Cgil in Piazza San Giovanni, a Roma, in occasione della manifestazione della Fiom.

Comments