Inizio scuola. Figliuolo: 83% di docenti vaccinati, ma dobbiamo fare di più

Adjust Comment Print

Il presidente del Piemonte, Alberto Cirio, segnala di aver già sentito il governatore della Liguria, Giovanni Toti, "con cui abbiamo già siglato l'accordo per far sì che i piemontesi in vacanza in Liguria possano ricevere lì la seconda dose, così come per i liguri che trascorreranno le ferie in Piemonte".

Sull'efficacia dei vaccini e le prospettive per il futuro: "Noi sappiamo che dopo un po' di anni decadono gli effetti dei vaccini".

"E' appena arrivata la lettera del generale Figliuolo che autorizza i richiami dei vaccini nelle regioni dove si è in vacanza, come il Piemonte aveva chiesto. Ora continuiamo a cercare chi non si è vaccinato con i team mobili dell'esercito insieme alle Asl nelle aree remote", ha aggiunto.

"Ad oggi sono state somministrate oltre 39 milioni e 300 mila dosi di vaccino: gli italiani che hanno ricevuto la prima dose sono circa 26 milioni, quasi il 48".

Vaccini per tutti dal 10 giugno: addio alle fasce d’età
Dal 10 giugno tutti potranno prenotarsi per la vaccinazione contro Covid-19, senza nessuna restrizione relativa alle fasce d'età . Un'operazione messa in campo anche come prospettiva per il futuro, continuando ad investire nella medicina territoriale.

"Più uno spot che una necessità" - Figliuolo ha sottolineato che "i vaccini in vacanza sono più uno spot che una necessità", visto che "c'è già l'ordinanza n.3 che ho firmato in tempi non sospetti a marzo e che prevede la possibilità per i lavoratori non residenti o per chi si sposta in maniera continuativa in un'altra regione a essere vaccinato, anche per motivi di salute o per qualsiasi altro motivo. Abbiamo allargato enormemente la platea dei vaccinatori, con i medici di medicina generale, i farmacisti, i pediatri di libera scelta, gli infermieri, la Croce Rossa e le ostetriche: insomma, la macchina è pronta e, a mio avviso, siamo su una traiettoria più che positiva". "Questo grazie alla grande efficienza raggiunta dalla macchina - ha ricordato il generale - con una media di somministrazioni compresa tra il 90 e il 95% delle dosi consegnate. E' la bella Italia che quando si mette assieme e fa squadra, vince".

All'orizzonte, la "campagna d'autunno" con la più che probabile terza dose di vaccino.

Sull'argomento il commissario Figliuolo chiarisce: "Sicuramente il vaccino toglie la terra da sotto i piedi al virus, poi che si debbano fare discorsi di costi-benefici legati anche alla curva epidemiologica è anche questo un fatto".

"Il punto di svolta della campagna vaccinale è stato dare priorità ad anziani e fragili", spiega, evidenziando ancora una volta quanto importante sia completare le vaccinazioni degli over 60. "Ritengo imprescindibile, in tale ottica, che l'esecuzione del piano vaccinale coinvolga capillarmente tutte le realtà, proprio per far sentire la presenza dello Stato e delle Istituzioni in questo momento storico di particolare difficoltà".

Comments