Violenza sessuale di gruppo a Siena, tre arresti

Adjust Comment Print

E' successo a Siena, alcuni giorni fa.

Accertamenti della procura di Siena sono in corso sulla denuncia presentata da una giovane di 20 anni riguardo a una presunta violenza sessuale di gruppo subita da lei stessa. Niente è trapelato sui contorni della storia.

L'aveva palpeggiata sulla pubblica via e, a un mese di distanza, l'episodio si è ripetuto: condannato per violenza sessuale a un anno di reclusione e a risiedere per un anno al rems, una struttura sanitaria di accoglienza pensata per gli autori di reato affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi. E, in questo caso, da uno dei magistrati del "Codice rosso", la task force creata a palazzo di giustizia per aiutare le donne vittime di maltrattamenti e di soprusi.

Coronavirus, 99 nuovi positivi e 7 decessi
I nuovi casi - età media 39 anni - sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. In isolamento domiciliare ci sono 546 persone, 67 in meno rispetto alla giornata di ieri.

Che prende in carico rapidamente le presunte violenze e cerca di cristallizzare i fatti, dando ad essi la massima priorità. La vittima ha presentato la denuncia la scorsa settimana e per lei è stato attivato il protocollo sanitario previsto per queste situazioni. Anche un quarto ragazzo, un minorenne, è indagato a piede libero.

Sequestrare cellulari e mettere nero su bianco i racconti di chi può avere visto o ricevuto confidenze. Due dei maggiorenni hanno cognomi ben conosciuti in città, e due risulterebbero essere calciatori che militano tra giovanili e prima squadra in serie A. Potrebbero rivelare infatti, se verranno recuperati i video che sarebbero stati cancellati, cosa è accaduto quella notte durante la festa.

Comments