Biandrate, sindacalista muore investito durante manifestazione. Conducente in caserma

Adjust Comment Print

È accaduto in via Guido il Grande, durante una manifestazione di lavoratori della logistica. Inutili i tentativi di rianimazione effettuati dai soccorritori del 118 accorsi sul posto: per il sindacalista non c'e' stato nulla da fare. Un camion in manovra ha investito un 37enne che dalle prime informazioni sarebbe un sindacalista e poi si è allontanato.

Nel settore della logistica aeroportuale sono stati frequenti i blocchi per cambi di subappalto e licenziamenti. Sempre secondo le testimonianze raccolte, il sindacalista sarebbe stato travolto e trascinato per una decina di metri, fino all'altezza del passaggio pedonale: per questo nei primi minuti si era immaginato che stesse attraversando la strada.

Sparatoria ad Ardea, l'aggressore trovato morto in casa
Ad aprire il fuoco un dipendente del Consorzio , che si è barricato in casa in seguito alla sparatoria . Negli anni erano già giunte segnalazioni agli agenti locali per diversi litigi provocati dall'uomo.

L'uomo si trova in caserma, per essere ascoltato dai carabinieri del Comando provinciale di Novara. Al momento nei suoi confronti non sono stati presi provvedimenti. Uno dei lavoratori, che si trovava vicino alla vittima quando è stata investita dal camion, si è sentito male e, sotto choc, è stato soccorso dal personale del 118. E' stato investito nell'ambito di una manifestazione indetta dai SiCobas in occasione dello sciopero nazionale della logistica. Così il segretario generale della Cgil di Novara e del Vco, Attilio Fasulo, commenta all'Adnkronos l'accaduto.

Un 37enne ha perso la vita questa mattina davanti alla Lidl di Biandrate dove stava cominciando una manifestazione di lavoratori. Anche perchè entrambi i protagonisti, l'operaio morto e il camionista, sono due vittime. "La nostra organizzazione di categoria, la Filcams Cgil, da tempo chiede migliori condizioni di lavoro e il riconoscimento ai lavoratori di livelli di inquadramento attualmente non riconosciuti".

Comments