DRAGHI, Non si giochi in Paesi dove contagi crescono

Adjust Comment Print

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, al termine dell'incontro con la cancelliera della Repubblica Federale di Germania, Angela Merkel, rispondendo a una domanda sugli Europei di calcio. "Le posizioni nei confronti degli Usa, nei confronti della Russia e Cina e anche degli stati del Nord Africa sono posizioni molto vicine". Secondo il premier, la pandemia ha reso ancora "più saldo" il legame e Draghi ha citato in proposito l'aiuto dato alle regioni italiane nella prima ondata del coronavirus dai Länder tedeschi, che hanno accolto molti malati dalla Lombardia, oltre al ruolo decisivo svolto da Angela Merkel nell'approvazione del Next Generation Eu, il piano da 750 miliardi di euro di cui l'Italia è primo beneficiario.

"Non ci sono grossi problemi bilaterali che dobbiamo discutere, forse l'unica questione è quella delle nostre Nazionali di calcio".

In realtà, se non proprio una divergenza, una differenza di priorità e di interessi è emersa sul tema cruciale delle migrazioni tra l'Italia, Paese di arrivo, e la Germania, colpita dai movimenti secondari. Ma se a proporlo è Draghi. "Un investimento che serve a contenere i flussi di immigrazione illegali ma anche a organizzare quella legale e aiutare questi paesi a stabilizzarsi e ritrovare la pace".

Biandrate, sindacalista muore investito durante manifestazione. Conducente in caserma
Un 37enne ha perso la vita questa mattina davanti alla Lidl di Biandrate dove stava cominciando una manifestazione di lavoratori. E' stato investito nell'ambito di una manifestazione indetta dai SiCobas in occasione dello sciopero nazionale della logistica.

Non è tardata la replica dopo le parole di Draghi.

"Mi adopererò perchè la finale non si faccia nei paesi dove i contagi stanno crescendo rapidamente".

Comments